Maurizio Carpanelli Website

Facebook Pinterest Twitter Newsletter Email
Menu mobile
Email Newsletter Twitter Pinterest Facebook

www.mauriziocarpanelliart.it

info@mauriziocarpanelliart.it

Contact

P. iva 54896849794

Studio Montefiorino

Maurizio Carpanelli

Maurizio Carpanelli nasce a Bologna nel 1946. Frequenta il liceo scientifico e poi la facoltà di Ingegneria laureandosi in elettronica. La passione per l'arte non nasce ad un tratto, prosegue parallelamente alle attività di carattere scientifico, ma è vissuta, per molti anni, come un momento intimo da custodire segretamente. Inizia così una brillante carriera nel campo dell'industria riservando solo per sè la propria passione artistica. Con il tempo il piacere si trasforma in necessità e nel desiderio di confrontarsi con un pubblico.

 

Pittore autodidatta, fa pittura da quando aveva diciannove anni. Da subito usa olio e tela, i primi quadri erano piccoli e materici, l'immagine un impasto morbido e terroso, quasi intimista.

 

È un esordio che non ha un seguito immediato: cinque anni dopo si laurea, e inizia a lavorare in un'azienda di Bologna. Riprende la sua opera pittorica negli anni '70. In una prima fase viene influenzato dallo stile post impressionistico, dove l'artista cerca di risolvere i dipinti appoggiandosi quasi completamente nell'espressività del colore. Con la maturità la tradizione del paesaggio fauve si contamina con elementi postmoderni e la pennellata diventa sempre più materica e vibrata; esplora vari argomenti andando dai paesaggi alle architetture, alle nature morte ai ritratti.

 

Negli ultimi anni nasce in Maurizio Carpanelli l'esigenza di trasmettere ancora più profondamente se stesso, la sua pennellata "stracciata", intensa, materica lo porta all'astratto. Resta affascinato dal movimento espressionista tedesco e dai suoi concetti. Si è aperta una nuova fase, il motivo naturalistico è scomparso, come riassorbito dalla superficie, affondato in una dimensione fisica e psicologica insieme. Al suo posto emergono i segni essenziali di una matura astrazione, ancora piena di memorie, riflessi, ritmi, per poi entrare in piena sinergia solo coi colori e la luce, unici protagonisti dell'opera che vanno ad identificare la personalità dell'autore. Oltre alla tecnica dell'olio ora associa anche l'acrilico, diverso più morbido, ma in qualche maniera più malleabile alla sua energia, si creano così nuovi mondi con sfondi potenti e lavorati, non tralascia la sua "firma" cromatica anzi la enfatizza con rinnovato vigore attraverso l'action painting.

 

Dopo un percorso così lungo e completo ora può tornare al figurativo e lo fa con la tecnica dell'acrilico, sempre su tela, ha ancora qualcosa da trasmettere con colori e pennello.

 

Vedendo i suoi lavori, nel 1996 alcuni galleristi e operatori lo hanno convinto, dopo quasi trent'anni di pittura in privato, a esporre. Da allora Carpanelli, artista bolognese, ha portato i suoi quadri in varie gallerie e in fiere italiane e non, tra Ferrara, Bologna, il Veneto e la Francia. Nel 1997 è stato ad Arte Padova; a Cap d'Antibes; e a Firenze, alla Fortezza da Basso, per la XII Internazionale di pittura. Le sue opere per molti anni le trovavi solo sul web o nel suo atelier di via Turati, poi nasce l'esigenza di proporsi più direttamente al pubblico della sua città, crea una vetrina prima in Via D'Azeglio poi Via Saragozza dove viene apprezzato non solo dagli amanti dell'arte, ciò lo spinge, dopo sette anni, ad aprire con successo una galleria più attiva e dinamica in Corte Isolani dove collezionisti e clienti si possono rapportare ogni giorno con le sue tante opere, gestite anche online nei suoi siti, e curare al meglio anche i vari clienti fuori città.